Un’altra voce cancellata dalla lista dei sogni

Quest’anno uscirà il mio primo romanzo.

Un (piccolo) editore, assolutamente free, finalmente mi ha fatto una proposta decente.

E finalmente potrò barrare un’altra voce dalla mia “lista dei sogni”.

Il primo era quello di avere un bambino, costruirmi una famiglia.

Il mio libro parla proprio di questo: di come ho realizzato il primo desiderio della lista.

Ecco uno dei motivi per cui l’idea di pubblicare il mio romanzo mi eccita e, al tempo stesso, mi fa tremare dalla paura.

Continua a leggere “Un’altra voce cancellata dalla lista dei sogni”

Annunci

La ruota di scorta dell’ultima ruota del carro

Lavoro nella stessa azienda da ben dodici anni.

Nel primo ufficio in cui sono stata collocata sono rimasta per otto anni, e lì ho avuto la possibilità di specializzarmi, acquisire competenze specifiche, di diventare la più esperta tra i miei colleghi, tanto da insegnare ai nuovi arrivati.
In otto anni non ho mai avanzato alcuna pretesa di promozione, di premi, ma ho accettato ogni richiesta che mi è stata fatta: partecipare a progetti impegnativi, recitare in un ridicolo video aziendale (sigh), entrare a far parte di una task force…

Continua a leggere “La ruota di scorta dell’ultima ruota del carro”

Fallire.

Gli ultimi giorni sono stati folli, frenetici, impegnativi.

Non ho avuto un minuto di tempo libero, tra il lavoro che mi ha completamente assorbita, l’influenza, la gestione di casa e famiglia e la preparazione di un esame difficile che… Ho fallito.

Il mio primo fallimento. In ambito universitario, si intende. Nella vita ho già dato.

Ho interrotto una serie decisamente positiva; nonostante il lavoro, la famiglia, i mille impegni, posso vantarmi di avere una media alta, di cui vado fiera.

Continua a leggere “Fallire.”

Cosa vuol dire essere ipersensibile?

Da bambina ero convinta che il mondo intero fosse come me.

Che tutti si mettessero a piangere davanti all’arcobaleno.

Che il cuore di ogni essere umano si stringesse in una morsa vedendo una vecchina camminare curva per strada.

Che chiunque si sentisse in colpa dopo aver (involontariamente, ovvio!) schiacciato una formica. Nella mia mente era inconcepibile che qualcuno potesse farlo di proposito!

Continua a leggere “Cosa vuol dire essere ipersensibile?”

Supereroi

In questo mondo non c’è spazio per le imperfezioni.
Le incertezze. Le paure. Le debolezze. I malumori.

Il mondo ci vuole tutti belli. Perfetti. Amabili. Socievoli. Coraggiosi.

Dei supereroi, in pratica.

Conosco molte persone che si sentono “super”.
Io, invece, mi sento, semplicemente… Un essere umano.
Ammetto di poter sbagliare. Di avere dei limiti. Cerco di superarli, quando posso, ma con il tempo ho imparato ad accettarli.

Continua a leggere “Supereroi”

Non ho più sogni nel cassetto

“Ma come fai?” mi chiedono, con un tono che è un mix tra ammirazione, stupore e compatimento.
Non lo so. Lo faccio, e basta.
“E dove lo trovi il tempo?” Ecco un’altra domanda alquanto gettonata.
Sai, non ho una gran vita sociale.
“Io non lo farei mai!”
Mmh… Ok. Tu non sei me. Io non sono te.
“Perché lo fai?”

Già. Perché?

Continua a leggere “Non ho più sogni nel cassetto”

Assertività

Assertività.

Voglio che questa parola guidi il mio 2019.

L’assertività, o asserzione, è una caratteristica del comportamento umano che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro ed efficace le proprie emozioni e opinioni senza tuttavia offendere né aggredire l’interlocutore.
da Wikipedia

Non sono mai stata capace di farmi valere.
Non sono in grado di dire “no”, e questo mi porta ad accollarmi compiti o acconsentire a richieste che non voglio/non posso soddisfare, sia nella sfera professionale che privata.

Continua a leggere “Assertività”