Un’altra voce cancellata dalla lista dei sogni

Quest’anno uscirà il mio primo romanzo.

Un (piccolo) editore, assolutamente free, finalmente mi ha fatto una proposta decente.

E finalmente potrò barrare un’altra voce dalla mia “lista dei sogni”.

Il primo era quello di avere un bambino, costruirmi una famiglia.

Il mio libro parla proprio di questo: di come ho realizzato il primo desiderio della lista.

Ecco uno dei motivi per cui l’idea di pubblicare il mio romanzo mi eccita e, al tempo stesso, mi fa tremare dalla paura.

Continua a leggere “Un’altra voce cancellata dalla lista dei sogni”

Fallire.

Gli ultimi giorni sono stati folli, frenetici, impegnativi.

Non ho avuto un minuto di tempo libero, tra il lavoro che mi ha completamente assorbita, l’influenza, la gestione di casa e famiglia e la preparazione di un esame difficile che… Ho fallito.

Il mio primo fallimento. In ambito universitario, si intende. Nella vita ho già dato.

Ho interrotto una serie decisamente positiva; nonostante il lavoro, la famiglia, i mille impegni, posso vantarmi di avere una media alta, di cui vado fiera.

Continua a leggere “Fallire.”

Cosa vuol dire essere ipersensibile?

Da bambina ero convinta che il mondo intero fosse come me.

Che tutti si mettessero a piangere davanti all’arcobaleno.

Che il cuore di ogni essere umano si stringesse in una morsa vedendo una vecchina camminare curva per strada.

Che chiunque si sentisse in colpa dopo aver (involontariamente, ovvio!) schiacciato una formica. Nella mia mente era inconcepibile che qualcuno potesse farlo di proposito!

Continua a leggere “Cosa vuol dire essere ipersensibile?”

Supereroi

In questo mondo non c’è spazio per le imperfezioni.
Le incertezze. Le paure. Le debolezze. I malumori.

Il mondo ci vuole tutti belli. Perfetti. Amabili. Socievoli. Coraggiosi.

Dei supereroi, in pratica.

Conosco molte persone che si sentono “super”.
Io, invece, mi sento, semplicemente… Un essere umano.
Ammetto di poter sbagliare. Di avere dei limiti. Cerco di superarli, quando posso, ma con il tempo ho imparato ad accettarli.

Continua a leggere “Supereroi”

Assertività

Assertività.

Voglio che questa parola guidi il mio 2019.

L’assertività, o asserzione, è una caratteristica del comportamento umano che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro ed efficace le proprie emozioni e opinioni senza tuttavia offendere né aggredire l’interlocutore.
da Wikipedia

Non sono mai stata capace di farmi valere.
Non sono in grado di dire “no”, e questo mi porta ad accollarmi compiti o acconsentire a richieste che non voglio/non posso soddisfare, sia nella sfera professionale che privata.

Continua a leggere “Assertività”

Troppo.

Mi sento sempre troppo.

Quando sono in mezzo alla gente, mentre cammino per strada o varco l’entrata dell’ufficio al mattino, mi sento troppo… Alta. Il che è assurdo, perché in effetti sono piuttosto bassa. Beh, non sono nemmeno una tappa. Diciamo che la mia altezza è totalmente nella media.

Eppure, mi sento come se emergessi sugli altri. E non in senso positivo!
Mi sento… Esposta, visibile. Sono convinta che tutti mi guardino, anche se in realtà so benissimo che non è così. Ma io vorrei soltanto farmi piccola piccola e sparire…

Continua a leggere “Troppo.”

DOC

Soffro di DOC quando ero solo una bambina.
Ricordo che già i primi anni delle elementari perdevo tempo in lunghi e faticosi “rituali”. Se non l’avessi fatto, di certo cose terribili sarebbero accadute… O, almeno, era questo di cui era convinta la mia mente.

Sapevo che il mio comportamento ero anomalo, e me ne vergognavo; nessuno conosceva questo mio segreto.
Ovviamente a quel tempo non potevo sapere come si chiamasse questo disturbo, e neppure di soffrirne.

È probabile che neppure voi sappiate cosa significhi questa sigla…

Continua a leggere “DOC”

Ritrovarsi

Ho scritto quel messaggio due anni fa.

“Prendiamo un caffè insieme, ti va?”

Non ho mai avuto il coraggio di premere “invio”.
L’ho tenuto tra le bozze per tutto questo tempo…
Fino a ieri, quando sono riuscita finalmente a inviarlo.
La risposta, quella risposta che tanto temevo, è stata positiva.

E, così, dopo ben due anni di silenzio, ho rivisto la mia amica L.

Continua a leggere “Ritrovarsi”